REGOLAMENTO

1. IDENTITÀ DELLA CASA.

a. Istituzione

La casa “Domus ad interim” è stata dal 1700 l’abitazione stabile del Parroco che ormai da 40 anni non vi abita più.

b. Responsabili

La Casa “Domus ad interim” è affidata alla responsabilità del Parroco pro tempore che la affida alla diretta gestione della Associazione “Sosta all’Oasi” incaricata di gestire il flusso di persone che la abiteranno e la situazione economica che questo comporta.

c. Finalità

Accoglienza temporanea e proposta di un modello abitativo rivolto a persone che pur avendo capacità reddittuali minime, non trovano o non sono in grado di dare risposta in modo autonomo e immediato alle proprie esigenze abitative, di carattere temporaneo. Si tratta dunque di sostenere iniziative sociali volte a prevenire il cronicizzarsi e l’aggravarsi di situazioni di fragilità temporanea che mettano a repentaglio l’autonomia di singoli e nuclei familiari e le relative possibilità di trovare risposte al bisogno abitativo essenziale. Le finalità dell’accoglienza sono senza fini di lucro, le quote corrisposte verranno reinvestite  per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività. Le attività di accoglienza sono esercitate esclusivamente a titolo di volontariato.

2. VITA INTERNA

a. Clima di convivenza

   La Casa esige da ciascun ospite il rispetto dell’ambiente e dei locali.

   Per favorire il clima di serena convivenza e consentire a tutti il giusto riposo, ognuno osserva il silenzio nelle camere e nei corridoi dalle 20:00 alle 8:00 e dalle 12:00 alle 16:00

  Gli ospiti avranno cura di evitare scherzi che offendono le persone o che provocano danni alle strutture e che sono contrari alle esigenze della buona educazione e della convivenza.

b. Maturazione della persona

   Nel rispetto della finalità della Casa, l’Associazione sarà a disposizione per consigli, chiarimenti, momenti di condivisione e di sostegno psicologico e spirituale.

   La Signora Mazzocco Paola, che cura la gestione, assicura la sua disponibilità per l’ascolto delle persone, secondo i suoi orari lavorativi.

   La Parrocchia stessa offre momenti di condivisione e propone orari e modalità di partecipazione ai programmi della Comunità cristiana.

c. Orari

   Ognuno si regola responsabilmente secondo i propri impegni lavorativi e le esigenze di riposo proprie e degli altri ospiti.

   La permanenza di estranei è concessa non oltre le 23,30.

 

3. CAMERA

a) La camera è strettamente personale. È luogo di permanenza e di riposo. Perciò gli Ospiti non

faranno entrare nelle proprie camere persone estranee, eccetto i loro familiari.

b) Agli Ospiti non è permesso scambiare la propria stanza con altri ospiti.

c) Ognuno è responsabile della propria camera e di quanto vi è contenuto. Ne curerà pertanto il

riassetto giornaliero ed eviterà di apporre adesivi o chiodi a mobili, porte, pareti.

L’Ospite che in qualsiasi modo rechi danni è tenuto a farne spontanea segnalazione alla Associazione. Ugualmente egli segnalerà i guasti che dovessero verificarsi, e i responsabili della Casa provvederanno appena possibile alle opportune riparazioni.

d) Ogni Ospite provvede alla propria biancheria (lenzuola, federa, asciugamani e agli effetti personali). Le coperte saranno fornite dalla Casa.

e) Il personale delle pulizie ha sempre accesso agli ambienti comuni mentre la manutenzione delle singole camere è affidata agli Ospiti.

f) Per favorire la vita relazionale, gli apparecchi personali quali radio, stereo, computer e strumenti musicali potranno essere utilizzati, ma senza arrecare disturbo ai vicini nel rispetto degli orari previsti per il riposo.

g) È vietato fumare negli ambienti comuni. .

h) La camera sia sempre chiusa a chiave, i Responsabili della Casa non rispondono di eventuali ammanchi.

i)  L’ Associazione si riserva il diritto di entrare nelle singole camere, per motivi gravi o di sicurezza.

j)  Le stanze rimangono libere, a disposizione dell’Associazione, al momento della dimissione dell’ospite.

k) Non è consentito usare in camera stufe elettriche, fornelli elettrici e ferro da stiro.

Quando l’Ospite smette l’uso della camera, la lascia in ordine, con le luci spente, le finestre e le tapparelle chiuse, e ne consegna la chiave all’Incaricato.

 

4. SERVIZI E NORME PARTICOLARI

a) La Casa Domus ad Interim non offre la mensa. E’ attrezzata una Cucina con sala da pranzo dove, personalmente o insieme, è possibile preparare e consumare i pasti. È compito degli Ospiti mantenere in ordine questa struttura e pulirla ogni volta che ne usufruiscono.

L’uso delle apparecchiature dovrà attenersi alla regola generale del rispetto dell’ambiente di permanenza e di riposo.

b) Gli ospiti avranno a disposizione un sistema internet WIRELESS per ogni unità abitativa in modo che sia possibile il collegamento con paesi di origine per viaggiatori che giungono da lontano.

c) E’ a disposizione degli ospiti un locale lavanderia fornito di lavatrice e di ferro da stiro.

d) Un piccolo appezzamento di terreno (m. 10 x 10)  sarà a disposizione degli ospiti che, nella stagione primaverile o estiva vorranno coltivare piccole quantità di ortaggi.

e) Il Posteggio auto è consentito nel cortile interno della Casa solo per operazioni di carico e scarico, altrimenti è a disposizione un parcheggio incustodito adiacente alla Casa stessa..

f) L’Associazione declina ogni responsabilità derivata dalla negligenza degli Ospiti per lo smarrimento, il furto o il danneggiamento di qualsiasi oggetto di proprietà degli Ospiti stessi.

g) Alla buona educazione degli Ospiti sono affidati l’ordine, il decoro e la conservazione di locali e attrezzature comuni. Eventuali guasti o malfunzionamenti vanno subito segnalati ai Responsabili. Il risarcimento di un danno procurato sarà a carico di colui/coloro che lo ha/hanno causato.

h) Tre biciclette sono a disposizione degli Ospiti e dell’Associazione per trasferimenti a Barge o per approvvigionamento di materiale e viveri presso i negozi di S. Martino.

5. CONDIZIONI

a. Accettazione e permanenza nella Casa

I requisiti di idoneità e l’ammissione al progetto avviene previo colloquio con i responsabili della struttura che, in modo insindacabile, possono accettare o rifiutare l’ammissione al servizio applicando i seguenti criteri per la selezione:

  • Avere la maggiore età  (Possono essere ospitati i minori solo se accompagnati da adulti che ne esercitino la patria podestà).
  • Non avere procedimenti penali in corso.
  • Essere in regola con le leggi italiane in termini di libertà di movimento e di soggiorno.
  • Avere una situazione finanziaria in grado di sostenere gli oneri di auto sostentamento.
  • Non avere patologie che impediscono una convivenza in spazi comuni.
  • Non avere problemi psicologici tali da essere di impedimento ad una vita con spazi in condivisione.
  • Non essere soggetto a dipendenze da alcol e sostanze stupefacenti.

b. Norme per l’accettazione

   In un primo incontro tra il futuro Ospite e gli incaricati dell’accettazione viene offerto il presente Regolamento e il modulo di richiesta Housing sociale.

  Dopo questo colloquio iniziale, avuta risposta positiva, l’Ospite dovrà provvedere alla seguente

DOCUMENTAZIONE:

1) Domanda di ammissione, debitamente compilata, con firma dell’Ospite stesso, attestante l’accettazione esplicita del presente Regolamento e degli impegni connessi.
2) Fotocopia della carta d’identità.

Agli ospiti verrà richiesta un’iscrizione, che comporta il versamento di 11 euro, con la quale si ottiene una tessera Acli, che avrà anche funzione di copertura assicurativa

c. Accettazione e scadenza della permanenza

La permanenza abitativa nella struttura “Domus ad interim” non può superare i dodici mesi e non sarà rinnovabile.

L’ingresso nella casa sarà accompagnato da:

a) consegna della documentazione completa [vedi punto 5.b.)

b) pagamento di una quota sociale anticipata;

c) sistemazione ordinata della camera.

d. Dimissioni dalla Casa “Domus ad interim”.

Costituiscono motivo di dimissione dalla Casa:

– la scadenza normale del periodo concordato.

– la mancanza di rispetto verso persone, oggetti, strutture.

– l’ingiustificata mancanza di pagamento delle quote sociali concordate.

– l’inosservanza dei princìpi e delle norme del presente Regolamento.

 

6. ACCORDO ECONOMICO

a. Entità dell’impegno economico

L’impegno economico consiste in dodici mensilità, se la permanenza è di lunga durata, ma in ogni caso l’importo è sempre concordato e convalidato dall’Associazione e dall’Ospite della Casa prima della accettazione ed è specificato nel punto 6. d.

Lievi ritocchi delle quote sociali potranno essere effettuati di anno in anno in base alle decisioni dell’assemblea dei soci su proposta del Consiglio Direttivo.

b. La quota comprende:

–  alloggio per il mese in corso o per il tempo stabilito, nella camera assegnata;

–  uso dei locali comuni: cucina, lavanderia, cortile…

–  uso piccolo appezzamento di terreno per coltivazione di ortaggi;

–  gestione e manutenzione ordinaria degli ambienti.

c. Servizi ulteriori (Non compresi nelle quote sociali)

–  uso della rete internet il cui importo sarà suddiviso secondo il numero degli utenti;

–  riscaldamento, luce, acqua sanitaria, gas, lavatrice…i cui parametri potranno variare secondo le quotazioni di mercato e i consumi reali da parte degli utenti. Anche questi saranno suddivisi in base al numero degli Ospiti.

d. Quota richiesta:

– camera singola:
€ 150,00 mensili + € 75,00 mensili per spese riscaldamento, luce, gas…

– camera doppia:
€ 120,00 mensili per ogni letto + € 90 mensili per riscaldamento, luce e gas condivisi dagli ospiti accolti nella camera stessa;

-giornaliero:
€ 10,00 giornalieri a persona per soggiorni inferiori al mese (comprensivi di alloggio, riscaldamento, luce, gas…).

  

e. Modalità di pagamento:

a) all’ingresso è richiesto il versamento della quota mensile e di una ulteriore quota mensile come garanzia per eventuali danni o ammanchi. Tale quota verrà utilizzata al termine della permanenza come ultima mensilità.

b) per soggiorni inferiori al mese, un terzo della quota pattuita è versato in anticipo.

c) la quota non è rimborsabile, non vengono conteggiati viaggi, vacanze o giorni di assenza.

d) La modalità di pagamento è effettuata tramite bonifico bancario o contanti.

 

N.B. Il rispetto del Regolamento è condizione essenziale per il soggiorno nella Casa.

Letto e sottoscritto……………………………………………………………………………………………………………………………………..

Barge,                                                                                      Il Presidente                                                                                                                                                       Mazzocco Paola